16 Dicembre 2021

Il massetto a pavimento a secco è l’ottima alternativa al classico massetto di cemento, in questo articolo vedremo in che modo può diventare la scelta perfetta per le case di oggi.

Prima di installare il rivestimento di finitura sopra una superficie, è necessario creare un livellamento tra questo e il sottofondo esistente. Questo substrato è il massetto, che può essere realizzato in varie modalità e con diversi materiali. In questo caso vedremo come il massetto a pavimento a secco sia una scelta funzionale, migliorativa e risolutiva in molteplici casi. Il massetto a pavimento a secco permette di inglobare al suo interno impianti elettrici e idraulici, inoltre garantisce un migliore isolamento acustico e termico, dando un notevole contributo ad una ottima qualificazione energetica allo stabile nel quale viene eseguito.

Questa tecnologia, che si sta sviluppando sempre più, permette di utilizzare materiali naturali che rientrano nella bioedilizia. In questo modo il massetto a secco come base per pavimenti ben livellati e sicuri, garantisce anche superfici più sane, confortevoli e a basso consumo energetico oltre che la scelta e l’utilizzo di materiali di alta qualità.

Per sua natura, questo massetto a pavimento è chiamato a secco perché, a differenza del tradizionale massetto a cemento, non comprende lavorazioni tramite la miscela di liquidi. Per questo motivo i tempi di posa sono veloci e non è necessario predisporre dei fermo cantiere per attendere l’asciugatura del massetto, che in questo caso appunto non è umido. Inoltre il peso specifico del sottofondo a secco

Per capire se la tecnologia a secco il migliore massetto a pavimento da installare, è necessario comunque prendere in considerazione alcune variabili:

  • condizioni generali dello stabile, se nuovo o da ristrutturare;
  • caratteristiche del solaio grezzo;
  • la destinazione all’uso dell’edificio;
  • i requisiti richiesti di isolamento acustico, termico, ecc.;
  • aggiunta e integrazione degli impianti a pavimento;
  • la protezione dall’umidità;
  • la quota del pavimento finito.

In generale possiamo già stabilire che la scelta di un massetto a pavimento a secco è una valida soluzione per molte di queste indicazioni elencate.

Perché sceglierlo

Non sono certo pochi i vantaggi di un massetto a pavimento a secco, infatti vi spiegheremo ora perché sceglierlo e proporlo nei vostri cantieri. Innanzitutto è un’alternativa da tenere in considerazione per diversi tipi di edifici come case private, appartamenti, condomìni, seconde case al mare o in montagna. Luoghi in cui è necessario (oltre che utile) avere un isolamento termico e acustico efficace. La praticità della posa a secco è rapida e immediata, diminuisce se non addirittura elimina i tempi di attesa. In questo modo è possibile avere già nell’immediato la superficie calpestabile e pronta per il prossimo intervento.

I materiali usati sono leggeri e costituiscono un peso inferiore rispetto ad un massetto tradizionale, adatti perciò anche ai soffitti. Un lavoro eseguito tramite un massetto a pavimento a secco garantisce un risultato stabile nel tempo tramite l’installazione di un mix di pannelli sfusi, applicati a strati in modo da livellare la superficie da pavimentare in seguito.

Non sono inoltre necessari l’utilizzo di macchinari né di particolari attrezzi per il montaggio del massetto a secco ed il lavoro è pratico e pulito, senza polvere in eccesso o liquidi da usare.

Anche dal punto di vista economico scegliere di installare un massetto a pavimento a secco è conveniente e l’installazione può essere eseguita in diverse fasi, anche per un’area più estesa. Cosa difficile da fare se si dovesse dare un massetto con miscelazioni liquide. Applicare il massetto a secco è sicuramente una facile impresa dato che non sono necessarie grandi abilità nel montarlo, indi per cui i professionisti del mestiere sono ulteriormente avvantaggiati grazie alle loro assodate competenze.

Tra gli ulteriori vantaggi del massetto a secco ricordiamo la possibilità di integrare senza problemi impianti di riscaldamento o elettrici, l’assenza di colle o formaldeide nella composizione dei materiali. I quali sono realizzati con sostanze di origine organica. È pratico per accogliere pavimenti quali piastrelle di ogni tipo e rivestimenti in legno, livellando le differenze di altezza tra le stanze, garantendo l’isolamento termico e acustico. La non rigidità dei materiali consente anche una maggiore flessibilità dei pavimenti, che si adattano naturalmente evitando incrinature e attutendo i colpi.

Posatura

Sicuramente anche la posatura del massetto a pavimento a secco è uno dei primi vantaggi di questa tecnologia. Applicare il massetto asciutto è molto semplice e veloce. La posatura può avvenire in più fasi ed appena effettuata, sono necessari solo alcuni giorni di assestamento naturale per poter procedere con il resto degli interventi.

Nella posatura può essere compresa l’integrazione dell’installazione degli impianti di riscaldamento o elettrici. In ogni caso la tecnica per eseguire questo lavoro è la medesima:

  • si pulisce e si sistema il sottofondo sul quale partire con i vari strati a secco;
  • si stende sulla superficie un granulato che va livellato. La composizione della graniglia può essere fatta di materiali diversi naturali, organici o altro (argilla, sughero, fibra di legno, …);
  • possono essere appoggiati in alternativa anche dei supporti in lamiera, in legno, ecc. sui quali poi applicare i pannelli. Realizzati con materiali misti quali gesso fibra, cemento legno, sughero;
  • tra i vari strati, in base agli spessori, possono essere incorporati gli impianti tramite l’installazione delle tubature e di ciò che è necessario alla realizzazione;
  • dopo aver ottenuto il livellamento adatto, liscio e versatile, è possibile rivestire il massetto a secco a distanza di qualche giorno dal lavoro finito.

Una posa velocepraticapulita e sicura.

Svantaggi

Per onor di cronaca eccoci a raccontare quali possono essere gli svantaggi di una scelta così alternativa quale il massetto a pavimento a secco. Abbiamo visto che i materiali con i quali viene realizzato il massetto a secco sono pressoché naturali e di origine organica. Di conseguenza sono più propensi all’usura abrasiva oltre a poter essere un terreno fertile per batteri o microrganismi. Per questo i materiali scelti devono essere di qualità e certificati, in modo da garantire la totale sicurezza dei substrati installati.

Essendo un massetto più morbido rispetto a quello in cemento, i suoi strati potrebbero modificare la loro persistenza, abbassando la loro altezza, per lo stesso motivo non è consigliabile rivestire il massetto a secco con pavimenti anch’essi troppo morbidi come per esempio il laminato.

Nonostante gli strati per il massetto a secco vengano fissati, esiste il rischio che si formino bolle d’aria tra i vari pannelli, soprattutto se ci sono le tubature o canaline dei vari impianti incorporati.

Altresì il pavimento potrebbe diventare irregolare se il massetto a secco si trova a combattere contro un ambiente umido. Difatti nei locali con elevata umidità o in esterno sul terreno, non è consigliato applicare la tecnologia del massetto a pavimento a secco.

Per edifici da ristrutturare o per vecchie case, la scelta di effettuare una miglioria tramite il massetto a secco deve essere valutata caso per caso. Potrebbe essere una valida soluzione per quanto riguarda l’insonorizzazione e l’isolamento dei pavimenti, come un vantaggio per il leggero peso dovuto ai materiali. Ma allo stesso tempo dovranno essere verificati i locali stessi, se soffrono l’umidità, la muffa e se hanno i pavimenti adattabili ad un intervento di questo tipo.

Contattaci
Compila il form seguente e sarai ricontattato dal nostro personale quanto prima.

accetto le condizioni della privacy
Iscriviti alla nostra newsletter
Resta aggiornato sulle novità e iniziative del mondo Martinelli
Accetto le condizioni della privacy